Ciballegorie

Natura morta di ciballegorie

Le analogie alimentari sono usate costantemente come figure retoriche e espressioni gergali :

Sei buono come il pane

Rosso come un pomodoro

Mani di burro

Bianco come il latte

Testa d’uovo

Portare a casa il bacon/pane

Sei una mozzarella

Né carne né pesce

Di seguito elencati vi sono alcuni esempi di quelle che mi piace raggruppare sotto l’espressione ‘ciballegorie’ (in inglese vi si fa riferimento come racial slurs): analogie adoperate per i figli adottivi e anche per i figli di due o più culture da essi stessi o da chi per loro. Gli esempi riportati sono tratti da racconti ed esperienze, dirette e non, raccolti principalmente in Europa e negli Stati Uniti d’America. 

In presenza di un’identità ambigua, le figure maggiormente utilizzate sono dolciumi, frutta e biscotti… I riferimenti ruotano attorno all’idea di guscio, buccia, polpa, ripieno e rivestimento, ma non solo, sottile è anche il riferimento all’economia alimentare, al marketing e ai luoghi di produzione dei prodotti. Di conseguenza, talvolta l’uso e il tono ne alterano la percezione: così ciò che prima poteva essere percepito come dolce, di colpo acquista un retrogusto amaro.

Sandwich ~ Essere tra o composto da più elementi
                           (culture, etnie, nazionalità, religioni)

Mela marcia ~ Non voluti / abbandonati

Banana ~ Nord asiatici occidentalizzati

Noce di Cocco ~ (EU) Occidentalizzati di origini indiane/africane

Cioccolato/ Ciocco-latte ~ Di colore / di discendenze africane o origini sudamericane

Profiterole ~ (ITA/FRA) Italiano di colore

Bounty ~ (UK) Indiano/Africano occidentalizzato

Ringo ~ (ITA) Simbolo dell’integrazione: batti il cinque

Oreo ~ (USA) Neri americani non cresciuti in una comunità nera

 

RIFERIMENTI:

Mixed. Multiracial College Students Tell Their Life Stories, (eds.) Andrew Garrod, Robert Kilkenny, Christina Gómez, Cornell University Press, 2013

Outsiders Within: Writing on Transracial Adoption, (eds.) J.J. Trenka, J. C. Oparah and S. Y. Shin, South End Press, 2006

Avtar Brah, Cartographies of Diaspora: Contesting Identities, Routledge, 1996.

David M. Brodzinsky, Being Adopted: The Lifelong Search for Self, Anchor Book, 1993

Fran Ross, Oreo (1974), New Direction Paperback, 2015

Somewhere Between, di Linda Goldstein Knowlton, 2011

 

Artisti e collettivi:

Banana Writers

UFOLAB (BANANA POWER PERFORMANCE, 2006)

Susan Sponsler (“Bananas”, 2012)

Kathy Lovas (“Mindless”, 2010 )

Robin Deacon (“Whatever Happened to Colin Powell?”, 2004 – 2005)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *